Festa del Torrone 2019: che cosa ci aspetta?

Storia e innovazione: questa è la formula di una festa che ogni anno torna con i suoi spettacoli di profumi, sapori, eventi e tanta gente. Aziende del territorio che puntano sulla qualità, fatta di rispetto per le tradizioni e di ricerca tecnologica all’avanguardia, incontrano migliaia di persone che ogni anno affollano Cremona per assistere alle rievocazioni storiche e agli eventi dedicati al dolce cremonese per eccellenza”.

Questo quanto dichiarato tra l’altro dal Sindaco Gianluca Galimberti e dall’Assessore al Turismo Barbara Manfredini in occasione della presentazione dell’edizione 2019 della Festa del Torrone, tenutasi questa mattina nella Sala della Consulta di Palazzo Comunale. Accanto a loro, in questo ultimo incontro con la stampa, dopo quello avvenuto a Milano nel settembre scorso, in vista del grande evento che si svolgerà nella nostra città dal 16 al 24 novembre, c’erano: Ilaria Casadei, in rappresentanza della Camera di Commercio, che da sempre affianca il Comune di Cremona in queto importante appuntamento, Stefano Pellicciardi, rappresentante di SGP Events, la società incaricata dell’organizzazione, e i rappresentanti delle tre principali aziende del territorio che producono torrone, Enrico Manfredini per Sperlari s.r.l., Massimo Rivoltini, Amministratore di Rivoltini Alimentare Dolciaria, e Marina Gritta per Secondo Vergani S.p.A.

Se a loro è spettato il compito di illustrare le iniziative che li vedono protagonisti, il Sindaco Galimberti e l’Assessore Manfredini hanno sottolineato cosa effettivamente la Festa del Torrone rappresenta per Cremona: “Conosciuta in tutto il mondo per il suo saper fare liutario, la nostra città tiene il passo nel ranking mondiale delle mete turistiche da visitare anche per l’agroalimentare, riconosciuto saper fare di eccellenza per i suoi salumi, i formaggi, le mostarde e, naturalmente, il torrone che ogni anno richiama in città migliaia di visitatori. Come per le scorse edizioni, anche quest’anno sono più di 250 gli eventi organizzati, fra degustazioni, visite guidate ed eventi adatti a tutte le età. E non mancheranno le sfide tra chef: in uno show cooking di grande effetto, quattro giovani chef under 30 in rappresentanza delle province del circuito East Lombardy (Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova) si sfideranno nell’elaborazione di un menù completo in cui dovranno usare esclusivamente prodotti tipici del proprio territorio”.

Genio e creatività – hanno aggiunto il Sindaco e l’Assessore al Turismo – è il filo rosso che accomuna i vari momenti della festa edizione 2019, ispirata quest’anno alla figura di Leonardo, di cui si celebrano i 500 anni dalla morte. Per l’occasione una vera e propria opera d’arte verrà realizzata sulla pavimentazione di piazza Pace: un maestoso disegno in omaggio del grande e poliedrico protagonista assoluto del Rinascimento. Accanto agli eventi ci sono ristoratori, strutture ricettive e negozi; ci sono guide turistiche e progetti di promozione turistica e culturale che esaltano i nostri prodotti tipici, e i nostri imprenditori della produzione e della ristorazione. C’è la ricerca condotta da università e imprese, da Cremona Food Lab all’osservatorio Agrifood. C’è tutta una realtà, insomma, che armonicamente partecipa al racconto di una città in movimento, bellissima e vivace, che desidera continuare a lavorare per crescere e svilupparsi. Cremona nel tempo ha dimostrato l’importanza dell’accoglienza, il lavoro fondamentale delle forze dell’ordine e della mobilità. In questi anni abbiamo notato un numero in continuo aumento nell’affluenza dei visitatori. Quest’anno, il 23 novembre, sarà presente anche il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Ringraziamo le aziende e tutti gli sponsor per il lavoro svolto. La Festa del Torrone è tutto questo: dieci giorni che, ogni anno, durano un anno, per il valore di eccellenze e professionalità che esaltano, vera ricchezza di questa città”.

L’edizione del 2019 della Festa del Torrone di Cremona omaggia il genio e la creatività di Leonardo Da Vinci nell’anno delle celebrazioni dei 500 anni dalla sua morte unendo sotto il segno della creatività un programma fittissimo di eventi. Da sabato 16 a domenica 24 novembre sono in programma ben 9 giorni di spettacoli, concerti, musical, infiorate, performance e numerose iniziative che ogni anno attraggono migliaia di visitatori, come la rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. In omaggio a Leonardo da Vinci verranno realizzate una maxi scultura di torrone che riproduce l’Uomo Vitruviano realizzata dal maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia e un’infiorata che vedrà protagonista La Gioconda con il torroncino, un enorme disegno di circa 100 mq realizzato da artisti aiutati dal pubblico per una rivisitazione del celebre quadro della

Un omaggio sarà dedicato anche al successo ottenuto da Milano e Cortina per l’assegnazione delle Olimpiadi del 2026 grazie alla collaborazione con l’associazione Thisability che ha fatto breccia nel cuore della Festa del Torrone già dallo scorso anno. Per l’edizione 2019 i ragazzi mostreranno le abilità di cui sono capaci durante una staffetta che prenderà avvio la mattina di sabato 16 novembre da Piazza Duomo a Milano e si concluderà lo stesso pomeriggio in Piazza del Comune a Cremona. I tedofori, che si alterneranno, saranno i ragazzi di ThisAbility che lungo il percorso coinvolgeranno rappresentanti del mondo politico, sportivi, volti noti del cinema e della televisione, rappresentanti del mondo della cultura e gente comune che si alterneranno nel portare una fiaccola del modello olimpico realizzata interamente in torrone fino alla città dei violini che si accenderà dei colori della fiamma olimpica che darà l’avvio ufficiale alla della Festa del Torrone.

Grazie all’impegno che l’associazione ha mostrato nella valorizzazione delle diverse abilità che sono presenti in ognuno di noi e quindi per il valore sociale del progetto, riceverà il Premio Torrone d’oro che quest’anno sarà assegnato anche alla scrittrice Rosa Ventrella, giovane promessa della letteratura italiana che ha colpito il pubblico con il suo ultimo romanzo La malalegna edito da Mondadori. Pugliese di nascita (malalegna è una tipica espressione locale utilizzata nel secondo dopoguerra per indicare il pettegolezzo malevolo che si avvicinava tanto ad una sorta di maledizione), ma cremonese d’adozione, la scrittrice ha segnato recentemente una tappa importante della sua carriera con Storia di una famiglia perbene, un libro che diventerà presto una serie tv prodotta da 11 Marzo Film Production proprio come l’ultimo romanzo.

Domenica 17 novembre la creatività di Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano, darà vita al Dolce della Festa creato per ad hoc per la Festa del Torrone durante uno show cooking e successivamente sarà premiata sul palco allestito in piazza del Comune.

Dal 16 al 24 novembre 2019, in occasione della Festa del Torrone, si potrà visitare la Pinacoteca del Museo Civico “Ala Ponzone” (via Ugolani Dati, 4) pagando un biglietto di 5 euro anziché 7, e sempre 5 euro anziché 8 per il biglietto di ingresso cumulativo alla Pinacoteca e al Museo Archeologico di San Lorenzo. Un’iniziativa per veicolare l’importante flusso turistico che coinvolge la città durante questa importante manifestazione, nonché un’ulteriore occasione per la divulgazione del patrimonio culturale dei Musei Civici.

 

Fonte: Comune di Cremona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy