Piscine comunali: il Tar di Brescia respinge la sentenza?

Pubblicata nel pomeriggio di oggi dal TAR di Brescia la sentenza inerente la controversia sulla legittimità dell’atto di risoluzione della convenzione di concessione dell’impianto natatorio comunale, adottato dal Comune di Cremona, nei confronti della società che gestisce le piscine per grave inadempimento contrattuale.

I magistrati Angelo Gabbricci, Presidente, Mauro Pedron, Consigliere, ed Elena Garbari, Referendario, Estensore, a seguito della camera di consiglio tenutasi il 9 ottobre scorso, hanno stabilito che l’amministrazione comunale ha legittimamente risolto il rapporto contrattuale per gravi inadempimenti contrattuali, valorizzando in particolare le infrazioni alle norme poste a tutela dell’igiene e della salute pubblica, per la particolare valenza dell’interesse ad esse sotteso.

Pertanto il ricorso presentato dalla società che attualmente gestisce l’impianto natatorio di piazzale Atleti Azzurri d’Italia è infondato e deve essere respinto, con conseguente condanna della società ricorrente alla refusione all’amministrazione delle spese di lite.

FOnte: Comune di Cremona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy