Quali sono i Paesi europei da cui si viaggia di più?

Paesi europei da cui si viaggia di più

L’Europa è un luogo ricco di attrazioni e di cultura: in ogni suo angolo è possibile apprezzare una profonda cultura, assaggiare una cucina davvero varia e gustosa, andare in spiaggia o sulle montagne, fare trekking su terreni impegnativi o camminare nei centri storici delle sue città, e così via.

Insomma, l’Europa – come potranno confermare gli esperti di gnoccatravels.com – ha tutto e molto altro ancora! Ma quali sono i cittadini europei che viaggiano di più fuori dall’UE?

Stando alle ultime statistiche elaborate dall’Eurostat, circa l’85 per cento degli svedesi ha viaggiato almeno una volta al di fuori dell’UE, più di qualsiasi altro paese dell’UE. C’è però un piccolo trucco: il confine aperto con la vicina Norvegia, che non è membro dell’UE, rende facile per la maggior parte degli svedesi viaggiare attraverso questi territori.

Alle spalle degli svedesi, anche i danesi e gli austriaci sono particolarmente dinamici, con percentuali pari rispettivamente al 75% e al 70% della popolazione. La maggior parte dei danesi si reca in Groenlandia, Norvegia e Turchia, mentre la vicinanza dell’Austria alla Svizzera rende facile per gli austriaci visitare il Paese.

Tra le altre nazioni che hanno i propri cittadini più dinamici segnaliamo anche la Finlandia, l’Irlanda e il Regno Unito, che registrano storicamente un numero elevato di persone che viaggiano e visitano luoghi al di fuori della regione dell’UE. Oltre il 60% della popolazione di ciascuno dei tre Paesi ha viaggiato al di fuori dell’UE e, anche in questo caso, ci sono facili scappatoie.

La Finlandia confina infatti con Paesi come la Russia e la Norvegia, che non sono membri dell’UE. Di contro, le destinazioni di viaggio più richieste dall’Irlanda sono Londra e New York. La maggior parte degli inglesi sono noti per amare il sole e le spiagge e… non è dunque una sorpresa che la maggior parte degli inglesi che hanno viaggiato al di fuori dell’UE abbiano visitato la Florida e i paesi dei Caraibi.

Ancora, sei paesi dell’UE hanno avuto almeno il 50% e meno del 60% della popolazione che ha visitato luoghi al di fuori della regione dell’UE. Si tratta di Lussemburgo, Croazia, Slovenia, Germania, Paesi Bassi e Estonia. La maggior parte di questi Paesi ha visitato principalmente i Paesi non UE confinanti e gli Stati Uniti. Il resto dei Paesi dell’UE ha meno del 50% della popolazione che viaggia al di fuori della regione UE.

Secondo i recenti dati dell’Eurobarometro, la maggior parte della popolazione dell’UE che viaggia al di fuori della propria regione visita i Paesi immediatamente non membri dell’UE come la Russia, la Norvegia e la Svizzera. La maggior parte della popolazione si reca al di fuori della regione principalmente per lavoro e tempo libero, con coloro che viaggiano per il tempo libero che tendono a preferire destinazioni assolate e balneari.

Pochissime persone che provengono dai nuovi Stati membri come la Bulgaria, la Lituania, la Polonia e l’Ungheria viaggiano regolarmente al di fuori della regione. È infine interessante notare che solo il 18% della popolazione portoghese abbia viaggiato al di fuori della regione, posizionandosi quindi in coda a questa statistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy